Via dei Terrazzamenti

Escursioni Geologiche

Da Sondrio a Tirano, a piedi, un viaggio nel tempo

In collaborazione con:

incammino.org

ADRASTEA VIAGGI Tour Operator

Un trekking di quattro giorni lungo la Via dei Terrazzamenti, un percorso a mezza costa sul versante retico della Valtellina che attraversa alcuni dei luoghi più caratteristici della valle.
Un percorso a piedi che vuole essere un viaggio non solo nello spazio, attraverso i terrazzi, le vigne e i frutteti, tra ombrosi boschi di castagno e versanti assolati, ma anche nel tempo e nelle emozioni, tra i piccoli borghi medievali e le vecchie case contadine, tra le tradizioni, le leggende e i miti di montagna, tra i saperi degli artigiani e gli antichi attrezzi, tra i profumi delle coltivazioni e i sapori di ieri e di oggi.

Lungo la Via dei Terrazzamenti, per buona parte del nostro cammino, ci accompagnerà un compagno di strada un po’ insolito: la grande faglia conosciuta come Linea Insubrica.
Una netta e feroce linea di divisione, una tremenda spaccatura lunga decine e decine di chilometri, che spezza prepotentemente in due le Alpi?
O forse, una altrettanto lunga e potente fascia che tiene saldamente uniti due continenti, l’Europa e l’Africa, e che ci permette di apprezzare le incredibili bellezze di entrambi?
Un viaggio nel tempo da quando le Alpi sono nate e questa grande faglia era in azione, a quando il lavorio di fiumi, frane e ghiacciai ha sfruttato questa grande struttura ormai sopita e plasmato la Valtellina così come la vediamo ora, in tutta la sua bellezza.

Ritrovo:
sabato 25 settembre 2021, ore 11:30, in albergo a Sondrio.
Conclusione:
mercoledì 29 settembre 2021, a Tirano.
Difficoltà:
il trekking necessita di un buon allenamento fisico, buone condizioni di salute e l’abitudine a camminare più giorni di seguito, su percorsi che presentano anche dislivelli.

In caso di maltempo o per motivi di sicurezza l’escursione potrà essere modificata o annullata.

1° giorno: escursione a Castel Grumello

Un’escursione pomeridiana, per dare a tutti il tempo di arrivare a Sondrio senza fretta. Da Sondrio saliremo fino ai resti di Castel Grumello, Sito FAI, dimora Due-Trecentesca di una ricca famiglia locale poi caduta in disgrazia.
Uno stupendo panorama ci accompagnerà per tutto il cammino, e dal Castello la vista è spettacolare: si domina la conca di Sondrio, un gran tratto della media Valtellina e di fronte a noi avremo le Orobie, dalla Val Tartano e oltre fino al passo dell’Aprica. Sullo sfondo, il massiccio dell’Adamello.

LunghezzaDislivello in salitaDislivello in discesa Tempo
6,7 km235 m235 mCirca 4 ore e mezza
1° giorno, escursione del pomeriggio
Total climbing: 240 m

2° giorno: da Sondrio a Ponte in Valtellina

Seguendo la Via dei Terrazzamenti lasceremo Sondrio attraversando le sue frazioni più antiche e caratteristiche, per salire tra i vigneti verso Tresivio.
Una sosta alla maestosa chiesa della Santa Casa Lauretana, e poi di nuovo in saliscendi verso Ponte in Valtellina. Attraversare Ponte in Valtellina è come tornare indietro di secoli… questo piccolo ma ancora caratteristico nucleo ha origini medioevali, che potremo rintracciare nelle vie strette e tortuose e nella grande e ariosa piazza centrale, su cui si affaccia la chiesa di San Maurizio.
L’atavica laboriosità dei valtellinesi di Ponte ci viene ricordata dalle case-bottega e dalla grande e accurata meridiana che scandiva il tempo delle giornate.

LunghezzaDislivello in salitaDislivello in discesa Tempo
11,8 km615 m425 mCirca 7 ore e mezza
2° giorno, intera giornata
Total climbing: 626 m

3° giorno: da Ponte in Valtellina a Teglio

Una breve discesa per attraversare il torrente Fontana, e un saliscendi tra i vigneti eroici e un bosco che nasconde antichi insediamenti. Poi la Via dei Terrazzamenti prosegue in leggera salita, verso un borgo abitato da tempo immemore, al punto da dare il proprio nome a tutta la Valtellina: Teglio.
Su un altopiano che domina lo snodo cruciale tra Alta e Media Valtellina e Passo dell’Aprica, Teglio è uno degli insediamenti più antichi della valle. Il nostro cammino ci porterà addirittura attraverso un antichissimo castelliere, un sito protostorico, oggi protetto e accudito da un accogliente bosco di castani.
Lungo la via, incontreremo anche i campi di grano saraceno, che danno la farina per la tipica pietanza locale: i pizzoccheri, un tempo piatto povero, oggi vanto e orgoglio di tutta la valle.

LunghezzaDislivello in salitaDislivello in discesa Tempo
8,9 km665 m300 mCirca 7 ore
3° giorno, intera giornata
Total climbing: 664 m

4° giorno: da Teglio a Tirano

La Via dei Terrazzamenti prosegue in discesa, tra i boschi, e poi in leggero saliscendi, lungo il piede del versante, tra vigneti e meleti tranquilli e assolati. Attraverseremo le proprietà di storiche tenute di case vinicole e diversi piccoli nuclei, abitati fino all’abbandono del Novecento, ma che piano piano stanno ripopolandosi.
L’ultima tappa, con il Passo dell’Aprica e i suoi monti dietro di noi, l’alta piana dell’Adda a lato e l’Alta Valtellina davanti, ci porta con sè verso Tirano, cittadina di frontiera con la vicina Svizzera: qui fa capolinea il Trenino Rosso del Bernina, la ferrovia più bella del mondo.

LunghezzaDislivello in salitaDislivello in discesa Tempo
12,2 km380 m805 mCirca 7 ore e mezza
4° giorno, intera giornata
Total climbing: 378 m

La locandina sottostante contiene la descrizione completa dell’escursione. Fare riferimento alla locandina per tutti i dettagli.

Scarica la Locandina dell’escursione.

Iscrizione entro il giorno indicato in locandina presso:

Adrastea Viaggi Tour Operator
www.treninorosso.it info@treninorosso.it – +39 0342 706263

Per ulteriori informazioni non esitate a contattare la Guida.